VOX LUX

VOX LUX
di Brady Corbet


Brady Corbet torna alla regia con Vox Lux, un disturbante dramma musicale che narra di caduta e rinascita, sfruttando lo sguardo di una giovane protagonista per denunciare la violenza quotidiana e distruttiva della società contemporanea.

Voce e luce

Presentato nel 2018 alla 75esima mostra del cinema di Venezia, Vox (voce) Lux (luce) è il titolo latino scelto da Brady Corbet per descrivere una pellicola angosciante in cui la protagonista, interpretata da Raffey Cassidy prima e Natalie Portman poi, usa la propria voce e la sua musica per riportare un po’ di luce e speranza in se stessa e nel mondo intero.

Il film spazia attraverso un arco narrativo di ben 18 anni, durante il quale lo spettatore ha modo di conoscere Celeste, un’adolescente vittima di una tragedia sconvolgente che ne segnerà in modo definitivo il futuro, e riesce a seguirne l’ingresso nel mondo della musica, spericolato ed estenuante, e la trasformazione in una pop star di fama mondiale. Celeste è una ragazza coraggiosa, educata e gentile, la cui innocenza viene tuttavia irrimediabilmente spezzata dalla tragedia di cui è vittima, che la catapulta in un ambiente frenetico e opportunista, fatto di soldi, concerti e droga, trasformandola in una donna arrogante, viziata, solo in apparenza più sicura, perché in realtà succube di solitudine e risentimento. Nel corso di due ore, infatti, il regista fa sì che l’evoluzione della carriera di Celeste vada di pari passo allo sviluppo della sua persona, influenzandone i rapporti familiari e la percezione di sé, e dando vita nel terzo e ultimo atto del film a un personaggio che, seppur sempre lo stesso, risulta essere diametralmente opposto a quello del preludio, scegliendo dunque un’attrice diversa per interpretarlo.

Supportata da un cast che include Jude Law, Stacy Martin e Willem Dafoe nel ruolo del narratore, e da una colonna sonora d’impatto che assorbe il carattere aggressivo e disturbante del film, la giovanissima Raffey Cassidy regala in questo Vox Lux un’interpretazione delicata ma efficace; una volta che il ruolo viene ceduto a Natalie Portman, quest’ultima modella egregiamente il personaggio nella sua rabbia, frustrazione e vulnerabilità. Celeste trova nella musica la sua forza, ed è proprio dalla sua musica che decide di lasciarsi salvare, glorificando se stessa in un finale che risulta forse un po’ forzato e frettoloso nel suo intento di celebrare la rinascita della protagonista.

A Vox Lux va però il merito di fornire attraverso l’occhio e le esperienze della protagonista un realistico scorcio della società americana odierna, primi fra tutti l’agghiacciante attenzione – definibile anche ossessione – mediatica nei confronti delle celebrità, e l’orribile realtà delle sparatorie nelle scuole, proiettando lo spettatore in un contesto nel quale riesce a riconoscersi perfettamente. Brady Corbet non nasconde nulla e, scelta discutibile, decide di mostrare i dettagli raccapriccianti e sanguinosi di ben due attentati terroristici, generando indubbiamente nello spettatore lo shock tipico di un simile contesto.

Vox Lux è una storia di caduta e rimonta, di baratro e rivincita. Vox Lux usa la voce di una ragazzina per raccontare la sofferenza e il lutto di milioni di famiglie spezzate dalla tragedia, e quella della donna che Celeste diventa per mostrare al mondo la propria rinascita, glitterata e luminosissima. Quell’apparenza, però, è riservata alle telecamere, perché ciò che succederà una volta spentisi i riflettori, Vox Lux non ce lo mostra.

Vox Lux poster

Titolo originale: Vox Lux
Regia: Brady Corbet
Paese/anno: Stati Uniti / 2018
Durata: 114’
Genere: Drammatico, Musicale
Cast: Christopher Abbott, Daniel London, Jennifer Ehle, Jude Law, Lesley Silva, Maria Dizzia, Matt Servitto, Meg Gibson, Micheal Richardson, Natalie Portman, Raffey Cassidy, Stacy Martin, Willem Dafoe
Sceneggiatura: Brady Corbet
Fotografia: Lol Crawley
Montaggio: Matthew Hannam
Musiche: Scott Walker
Produttore: Andrew Lauren, Brian Young, Christine Vachon, D.J. Gugenheim, David Litvak, Michel Litvak, Svetlana Metkina
Casa di Produzione: Andrew Lauren Productions, Bold Films, Killer Films
Distribuzione: Eagle Pictures

Data di uscita: 12/09/2019

Sara Di Nardo

Studentessa laureata in Journalism & Media, Culture and Identity presso la Roehampton University di Londra. Durante la mia permanenza in Inghilterra ho collaborato con il sito web cinematografico whatsontheredcarpet, e da settembre 2019 scrivo recensioni per Asbury Movies. Amo tutto ciò che è cinema e scrittura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *