DOCTOR STRANGE 2: SCOTT DERRICKSON ABBANDONA IL PROGETTO

DOCTOR STRANGE 2: SCOTT DERRICKSON ABBANDONA IL PROGETTO
Il regista e la Marvel hanno comunicato la risoluzione consensuale dell'accordo per la regia di Doctor Strange 2, a causa di differenze creative. L'inizio delle riprese resta comunque fissato per il prossimo maggio.

Il regista del primo Doctor Strange, Scott Derrickson, non dirigerà il sequel atteso per il 2021. Questa, al momento, è la decisione presa consensualmente dai Marvel Studios e dal regista, che ha ufficialmente rinunciato al progetto a causa di “differenze creative”. Doctor Strange in the Multiverse of Madness, che in precedenza il produttore Kevin Feige aveva indicato come “il primo horror del Marvel Cinematic Universe”, resta al momento privo di regista, anche se il nome di Derrickson resterà comunque nei credits come produttore esecutivo.

Il regista ha annunciato il suo abbandono del progetto con un tweet, in cui afferma testualmente: “La Marvel e io abbiamo mutualmente deciso di prendere strade separate su Doctor Strange in the Multiverse of Madness, a causa di differenze creative. Sono comunque grato per la nostra collaborazione, e resterò nel progetto come produttore esecutivo.” Lo studio, dal canto suo, ha confermato la separazione, rilasciando un comunicato in cui si afferma: “I Marvel Studios e Scott Derrickson hanno amichevolmente deciso di dividere le loro strade, per differenze creative. Restiamo grati a Scott per il suo contributo al MCU”.

Malgrado non sia stato ancora comunicato il nome del regista che prenderà il posto di Derrickson, la produzione fa sapere comunque che la produzione del film non subirà slittamenti, restando fissato il prossimo maggio come inizio delle riprese e il 7 maggio 2021 come data di uscita. Il prossimo film Marvel ad approdare sugli schermi sarà Black Widow, diretto da Cate Shortland e con Scarlett Johansson protagonista, previsto proprio per il mese di maggio; mentre a novembre è atteso anche il fantascientifico The Eternals, che porterà la firma della regista Chloé Zhao (The Rider – Il sogno di un cowboy).

Marco Minniti

Giornalista pubblicista e critico cinematografico. Collaboro, o ho collaborato, con varie testate web e cartacee, tra cui (in ordine di tempo) L'Acchiappafilm, Movieplayer.it e Quinlan.it. Dal 2018 sono consulente per le rassegne psico-educative "Stelle Diverse" e "Aspie Saturday Film", organizzate dal centro di Roma CuoreMenteLab. Nel 2019 ho fondato il sito Asbury Movies, di cui sono editore e direttore responsabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *