CRITICS’ CHOICE AWARDS: VITTORIA PER C’ERA UNA VOLTA A… HOLLYWOOD E JOAQUIN PHOENIX

CRITICS’ CHOICE AWARDS: VITTORIA PER C’ERA UNA VOLTA A… HOLLYWOOD E JOAQUIN PHOENIX
Il gran galà del premio della critica, tenutosi stanotte, ha visto uscire vincitori il film di Tarantino e il protagonista di Joker, confermando così i risultati dei Golden Globe. Affermazione di Succession nella sezione televisiva.

Si è chiusa in nottata, con un risultato prevedibile, la nuova edizione del gala dei Critics’ Choice Awards, premi assegnati dalla critica che tradizionalmente precedono le nomination per gli Oscar. Un gala che, con la conduzione di Taye Diggs, ha sostanzialmente confermato i risultati già emersi dalla recente cerimonia dei Golden Globe. I vincitori sostanziali della serata sono stati, ancora una volta, C’era una volta a… Hollywood di Quentin Tarantino (miglior film) e il protagonista di Joker Joaquin Phoenix (miglior attore protagonista), mentre Succession si è affermato nel campo della miglior serie drammatica.

Il film di Tarantino si è portato a casa anche le statuette per la miglior sceneggiatura originale, il miglior attore non protagonista (Brad Pitt) e la migliore scenografia (Barbara Ling e Nancy Haigh). Nella categoria miglior attrice protagonista, a prevalere è stata anche stavolta Renée Zellweger per la sua interpretazione di Judy Garland in Judy. Sono da segnalare anche il premio a Laura Dern per Storia di un matrimonio (miglior attrice non protagonista), e quello ex-aequo a Sam Mendes per 1917 e Bong Joon-ho per Parasite per la miglior regia cinematografica. The Irishman di Martin Scorsese, già snobbato ai Golden Globe, si è dovuto accontentare del premio per il miglior cast.

Nel campo televisivo, affermazione per Succession, serie HBO con protagonista Jeremy Strong, che ha avuto anche il premio come miglior attore di una serie drammatica. Il premio per la miglior commedia è andato invece a Fleabag, produzione britannica ideata e interpretata da Phoebe Waller-Bridge; questa ha ottenuto anche le statuette per la migliore attrice e il miglior attore in una commedia (rispettivamente la stessa Waller-Bridge e Andrew Scott).

Di seguito, riportiamo tutti i Critics’ Choice Awards suddivisi per categoria:

CINEMA:

  • Miglior film: C’era una volta… a Hollywood
  • Miglior attore: Joaquin Phoenix per Joker
  • Miglior attrice: Renée Zellweger per Judy
  • Miglior attore non protagonista: Brad Pitt per Cera una volta… a Hollywood
  • Miglior attrice non protagonista: Laura Dern per Storia di un matrimonio
  • Miglior rivelazione: Roman Griffin Davis per Jojo Rabbit
  • Miglior cast: The Irishman
  • Miglior regista: Sam Mendes, 1917 e Bong Joon-ho per Parasite
  • Miglior sceneggiatura originale: Quentin Tarantino per C’era una volta… a Hollywood
  • Miglior sceneggiatura non originale: Greta Gerwig per Piccole donne
  • Miglior fotografia: Roger Deakins per 1917
  • Miglior scenografia: Barbara Ling per Nancy Haigh per C’era una volta… a Hollywood
  • Miglior montaggio: Lee Smith per 1917
  • Migliori costumi: Ruth E. Carter per Dolemite is my Name
  • Miglior trucco: Bombshell
  • Migliori effetti visivi: Avengers: Endgame
  • Miglior film d’animazione: Toy Story 4
  • Miglior film d’azione: Avengers: Endgame
  • Miglior commedia: Dolemite Is My Name
  • Miglior horror: Noi
  • Miglior film straniero: Parasite
  • Miglior canzone: Glasgow (No Place Like Home), Wild Rose e (I’m Gonna) Love Me Again, Rocketman
  • Miglior colonna sonora: Hildur Guðnadóttir, Joker

TELEVISIONE:

  • Miglior dramma: Succession
  • Miglior attore in un dramma: Jeremy Strong per Succession
  • Miglior attrice in un dramma: Regina King per Watchmen
  • Miglior attore non protagonista in un dramma: Billy Crudup per The Morning Show
  • Miglior attrice non protagonista in un dramma: Jean Smart per Watchmen
  • Miglior commedia: Fleabag
  • Miglior attore in una commedia: Bill Hader per Barry
  • Miglior attrice in una commedia: Phoebe Waller-Bridge per Fleabag
  • Miglior attore non protagonista in una commedia: Andrew Scott per Fleabag
  • Miglior attrice non protagonista in una commedia: Alex Borstein per The Marvelous Mrs. Maisel
  • Miglior serie limited: When They See Us
  • Miglior film tv: El Camino: A Breaking Bad Movie
  • Miglior attore in una serie limited: Jharrel Jerome per When They See Us
  • Miglior attrice in una serie limited: Michelle Williams per Fosse/Verdon
  • Miglior attore non protagonista in una serie limited: Stellan Skarsgård per Chernobyl
  • Miglior attrice non protagonista in una serie limited: Toni Collette per Unbelievable
  • Miglior serie animata: BoJack Horseman
  • Miglior talk show: The Late Late Show with James Cordene Late Night with Seth Meyer
  • Miglior Comedy Special: Live in Front of a Studio Audience: Norman Lear’s All in the Family e The Jeffersons

Marco Minniti

Giornalista pubblicista e critico cinematografico. Collaboro, o ho collaborato, con varie testate web e cartacee, tra cui (in ordine di tempo) L'Acchiappafilm, Movieplayer.it e Quinlan.it. Dal 2018 sono consulente per le rassegne psico-educative "Stelle Diverse" e "Aspie Saturday Film", organizzate dal centro di Roma CuoreMenteLab. Nel 2019 ho fondato il sito Asbury Movies, di cui sono editore e direttore responsabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *