ADDIO A STUART GORDON, CREATORE DEL CULT RE-ANIMATOR

ADDIO A STUART GORDON, CREATORE DEL CULT RE-ANIMATOR
Il regista americano, tra i maestri del genere horror negli anni '80, si è spento stanotte all'età di 72 anni. È ricordato per gli adattamenti lovecraftiani di Re-Animator e From Beyond.

È morto stanotte, all’età di 72 anni, il regista americano Stuart Gordon, tra i più apprezzati cineasti della scena horror negli anni ’80. La famiglia ha comunicato il decesso del regista nella notte tra martedì e mercoledì, senza fornire ulteriori dettagli.

Prima di divenire celebre nella regia di film di genere, Gordon ebbe una significativa parentesi teatrale, che lo rese famoso come autore e regista provocatorio e anticonvenzionale. Alla fine degli anni ’60 fondò l’Organic Theater Show insieme a sua moglie, l’attrice Carolyn Purdy: tra i lavori portati sul palcoscenico dal teatro, il dramma di David Mamet Sexual Perversity in Chicago e l’originale Bleacher Bums, ispirato a un’idea dell’attore Joe Mantegna.

Alla fine degli anni ’70, Gordon passa a lavorare per il piccolo schermo, portando in televisione il suo lavoro teatrale Bleacher Bums, grazie al quale vince anche un Emmy; è del 1985 l’esordio alla regia per il grande schermo, con il cult movie Re-Animator, tratto dal racconto di H.P. Lovecraft Herbert West, rianimatore. Prodotto dall’amico e sodale Brian Yuzna, il film diventa immediatamente uno dei cult del genere horror-splatter degli anni ’80.

Il successo di Re-Animator sarà bissato un anno dopo da From Beyond – Terrore dall’ignoto, altro adattamento da un racconto di Lovecraft prodotto da Brian Yuzna. Nella sua lunga carriera, che si estende fino agli anni 2000 inoltrati, Gordon adatterà anche due racconti di Edgar Allan Poe (Il pozzo e il pendolo, nel 1991 – lavoro in cui dirige Oliver Reed – e Il gatto nero nel 2006, episodio televisivo facente parte dell’opera collettiva Masters of Horror).

Tra i generi toccati da Stuart Gordon nella sua filmografia, ci sono anche la fantascienza (Robot Jox, del 1990, e 2013 – La fortezza del 1993, con Christopher Lambert protagonista) e la commedia per famiglie: è da un suo soggetto, scritto insieme a Brian Yuzna, infatti, che nasce infatti Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi (1989) di Joe Johnston, primo episodio di una saga e origine anche di una serie televisiva omonima. Nel 2008, Gordon aveva anche partecipato alla serie antologica Fear Itself, creata da Mick Garris, di cui aveva diretto un episodio.

Il regista lascia sua moglie Carolyn Purdy e le figlie Suzanna, Jillian e Margaret, oltre a quattro nipoti e a suo fratello David George.

Marco Minniti

Giornalista pubblicista e critico cinematografico. Collaboro, o ho collaborato, con varie testate web e cartacee, tra cui (in ordine di tempo) L'Acchiappafilm, Movieplayer.it e Quinlan.it. Dal 2018 sono consulente per le rassegne psico-educative "Stelle Diverse" e "Aspie Saturday Film", organizzate dal centro di Roma CuoreMenteLab. Nel 2019 ho fondato il sito Asbury Movies, di cui sono editore e direttore responsabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *