SEQUEL DI AVATAR: JAMES CAMERON E JON LANDAU DI NUOVO IN NUOVA ZELANDA

SEQUEL DI AVATAR: JAMES CAMERON E JON LANDAU DI NUOVO IN NUOVA ZELANDA
Il regista e il produttore sono sbarcati a Wellington, in Nuova Zelanda, in vista della ripresa della lavorazione dei sequel di Avatar, bloccata a causa del coronavirus.

Il regista James Cameron e il produttore Jon Landau sono sbarcati a Wellington, in Nuova Zelanda, domenica mattina (ora locale) per prepararsi alla ripresa della lavorazione dei sequel di Avatar. Le riprese dei due film, che si stavano girando contemporaneamente sui set neozelandesi, erano state bloccate lo scorso maggio a causa dell’epidemia di coronavirus.

Il produttore aveva annunciato la sospensione delle riprese in un post su Instagram, datato 22 maggio, in quanto l’intero staff del film era stato evacuato dai set. Ora, Landau ha usato lo stesso social network, domenica, per annunciare il nuovo arrivo in Nuova Zelanda.

Le riprese di Avatar 2 e Avatar 3, tuttavia, non riprenderanno immediatamente. Seguendo le leggi locali, l’intero staff dovrà sottoporsi a un periodo di 14 giorni di quarantena. A quanto pare, in un periodo in cui i confini del paese sono ancora ufficialmente chiusi, Cameron, Landau e lo staff si sarebbero avvalsi di un’esenzione speciale destinata agli stranieri considerati “di significativo valore economico”.

Marco Minniti

Giornalista pubblicista e critico cinematografico. Collaboro, o ho collaborato, con varie testate web e cartacee, tra cui (in ordine di tempo) L'Acchiappafilm, Movieplayer.it e Quinlan.it. Dal 2018 sono consulente per le rassegne psico-educative "Stelle Diverse" e "Aspie Saturday Film", organizzate dal centro di Roma CuoreMenteLab. Nel 2019 ho fondato il sito Asbury Movies, di cui sono editore e direttore responsabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *