ADDIO AD ALAN PARKER, REGISTA DI FUGA DI MEZZANOTTE E THE COMMITMENTS

ADDIO AD ALAN PARKER, REGISTA DI FUGA DI MEZZANOTTE E THE COMMITMENTS
Il regista britannico, noto per aver diretto film come Fuga di mezzanotte, Saranno famosi e The Commitments, si è spento dopo una lunga malattia all’età di 76 anni.

È morto oggi, dopo una lunga malattia, il regista britannico Alan Parker. Noto per aver diretto film come Fuga di mezzanotte, Saranno famosi e The Commitments, il regista aveva 76 anni. Parker lascia sua moglie, Lisa Moran-Parker, cinque figli e sette nipoti.

Entrato nel mondo dello spettacolo come regista di filmati commerciali, nel 1970 Parker fonda una sua società, attraverso la quale continua a dedicarsi alla produzione di spot. In questo periodo realizza una serie di spot per la Cinzano, che vedono protagonisti Joan Collins e Leonard Rossiter.

Nel 1974 dirige per la BBC il film televisivo The Evacuees, che gli frutta un premio Bafta per la regia; sarà solo il primo di sette riconoscimenti che il regista riceverà nella sua carriera dalla British Academy.

Il passaggio sul grande schermo arriva nel 1976, con Piccoli gangsters, un musical ambientato nella Chicago del proibizionismo, sullo sfondo delle imprese di gangster come Al Capone. Il grande successo arriva tuttavia nel 1978 con Fuga di mezzanotte, film che trae spunto dalla vicenda reale dell’arresto in Turchia di un giovane americano, Bill Hayes, e del suo ritorno in patria tramite un’evasione.

Tra i suoi film del decennio successivo, si annoverano successi come Saranno famosi (1980), Pink Floyd The Wall (1982), Birdy – Le ali della libertà (1984), Angel Heart – Ascensore per l’inferno (1987) e Mississipi Burning – Le radici dell’odio (1988). Nel 1991 dirige The Commitments, film su una giovane band di rhythm and blues di Dublino, ispirato al romanzo omonimo di Roddy Doyle.

Nel 1996 gira Evita, con protagonista Madonna nel ruolo di Eva “Evita” Peron, adattamento cinematografico dell’omonimo musical di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice. Il film ottiene tre Golden Globe, un Oscar per la miglior canzone (You Must Love Me), e tre Satellite Award. Il suo ultimo film è The Life of David Gale (2003), dramma sulla pena capitale interpretato da Kevin Spacey e Kate Winslet.

Parker è stato nominato Commendatore dell’Impero Britannico nel 1995, e baronetto nel 2002 dalla Regina Elisabetta II. Nel 2005 ha pubblicato il saggio Will Write and Direct for Food, un compendio di osservazioni satiriche sul mestiere di filmmaker nel Regno Unito e negli USA. Nel 2018 ha donato la sua intera collezione di sceneggiature e i suoi appunti di lavoro all’Archivio Nazionale del British Film Institute.

Secondo una fonte della famiglia, Parker ha passato i suoi ultimi anni dedicandosi alle sue passioni della stampa serigrafica e della pittura.

Marco Minniti

Giornalista pubblicista e critico cinematografico. Collaboro, o ho collaborato, con varie testate web e cartacee, tra cui (in ordine di tempo) L'Acchiappafilm, Movieplayer.it e Quinlan.it. Dal 2018 sono consulente per le rassegne psico-educative "Stelle Diverse" e "Aspie Saturday Film", organizzate dal centro di Roma CuoreMenteLab. Nel 2019 ho fondato il sito Asbury Movies, di cui sono editore e direttore responsabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *