KABUL, FERITA IN UN AGGUATO LA REGISTA E ATTRICE SABA SAHAR

KABUL, FERITA IN UN AGGUATO LA REGISTA E ATTRICE SABA SAHAR
fonte: BBC, Variety

La regista, attrice e attivista afghana Saba Sahar è stata ferita da tre cecchini che hanno preso di mira l’automobile con cui si stava recando al lavoro. Nessuno, finora, ha rivendicato l’attentato.

Saba Sahar, regista, attrice e attivista afghana, è stata ferita martedì in un agguato a colpi di pistola a Kabul, mentre si recava al lavoro in automobile. Secondo quanto ha riportato la BBC, la regista era in auto con diversi altri passeggeri quando tre cecchini hanno aperto il fuoco sul veicolo.

Il marito della regista, Emal Zaki, ha rivelato di aver sentito gli spari circa cinque minuti dopo che la Sahar era uscita di casa. Zaki ha poi chiamato il cellulare di sua moglie, e lei gli ha rivelato di essere stata ferita allo stomaco.

Sono arrivato sul posto e li ho trovati tutti feriti”, ha detto l’uomo alla BBC. “Lei ha ricevuto i primi soccorsi e l’abbiamo trasportata al pronto soccorso e poi all’ospedale della polizia”. Zaki ha aggiunto che la donna è stata poi operata con successo.

La Sahar stava viaggiando con quattro altre persone, ovvero le sue due guardie del corpo, l’autista e un bambino. Le guardie del corpo sarebbero rimaste a loro volta colpite, mentre l’autista e il bambino sarebbero illesi.

L’agguato, avvenuto nella parte occidentale di Kabul, non è stato finora rivendicato da nessun gruppo. Stando alla BBC, l’estensione e la portata delle ferite ricevute dalla regista non sarebbero chiare.

Saba Sahar è tra le attrici più famose in Afghanistan, e una delle prime registe e produttrici donna nel paese. Tra i film e gli show televisivi da lei interpretati, la serie poliziesca Commissioner Amanullah e i film The Law, Passing the Rainbow e Kabul Dream Factory. I suoi lavori trattano i temi della giustizia sociale e della corruzione, e lei stessa si è più volte espressa pubblicamente per i diritti delle donne in Afghanistan.

Secondo la BBC, Amnesty International ha commentato la notizia affermando che c’è stato, negli ultimi tempi, un aumento “estremamente preoccupante” di attacchi contro attivisti politici e sociali e attori nel paese.

Marco Minniti

Giornalista pubblicista e critico cinematografico. Collaboro, o ho collaborato, con varie testate web e cartacee, tra cui (in ordine di tempo) L'Acchiappafilm, Movieplayer.it e Quinlan.it. Dal 2018 sono consulente per le rassegne psico-educative "Stelle Diverse" e "Aspie Saturday Film", organizzate dal centro di Roma CuoreMenteLab. Nel 2019 ho fondato il sito Asbury Movies, di cui sono editore e direttore responsabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *