UN HORROR PER LO YOUTUBER FAZE RUG

UN HORROR PER LO YOUTUBER FAZE RUG
fonte: Variety

Lo youtuber, molto noto negli USA per il suo canale streaming, ha fatto il suo esordio nel lungometraggio con Crimson, nuovo horror diretto da Gregory Plotkin.

Ai lettori italiani il nome di FaZe Rug dirà poco, ma lo youtuber ventiquattrenne è una vera e propria star negli USA, con un canale che conta in tutto 17,1 milioni di iscritti. Ora, insieme ai membri del FaZe (la crew professionale che lo segue) lo youtuber ha fatto il grande “salto” nel cinema con Crimson, un horror diretto dal regista Gregory Plotkin (Paranormal Activity – Dimensione fantasma).

Il film, che è in streaming da ieri sul sito Iniz.tv, vede FaZe interpretare se stesso mentre si aggira nella sua casa multimilionaria, acquistata dopo aver ottenuto successo come influencer. Ma improvvisamente, ciò che è iniziato come un normale video di YouTube si trasforma in un film dell’orrore, a causa dei suoi vicini.

Il mio manager è venuto da me un giorno chiedendomi se volevo fare un film di paura, e non ci ho dovuto pensare un attimo, perché io amo la roba spaventosa.”, ha detto lo youtuber in un’intervista con Variety. “Mi piace fare video spaventosi sul mio canale YouTube, così ho detto sì senza esitazioni. Quando poi, qualche mese dopo, ho saputo che Greg l’avrebbe diretto, ho pensato: ‘Sarà un hit’”.

Il regista Gregory Plotkin ha spiegato: “Ho due ragazzini che sono suoi grandi fans, e mi hanno detto cose intime su di lui come se lo conoscessero. Ho pensato che sarebbe stata una grande idea provare qualcosa di nuovo e lavorare con nuovi talenti. I miei figli consumano video su YouTube più che su ogni altra piattaforma, e penso questo sia parte del futuro dell’intrattenimento”.

Ero super spaventato perché pensavo: ‘Non sono un attore, non posso mandare a memoria battute come se lo fossi. Non riesco a fare questa roba’”, ha ammesso lo youtuber. “Ma quando ho incontrato Greg, siamo passati avanti perché ci ha fatto sentire a nostro agio sul set, ci ha lasciato essere noi stessi”.

Alla domanda se si è sentito spaventato nel girare il film a casa sua, FaZe Rug ha risposto: “Greg voleva avere reazioni naturali, quindi mi spaventava senza che io lo sapessi, per ottenere le reazioni che si vedono nel film. In generale, sì, avevo paura. Non come se stessi per morire, ma non sapevo quando lui mi avrebbe sorpreso con un suono spaventoso, e quindi le reazioni che si vedono sono genuine”.

Ho realizzato che ci sono molte finestre nella sua casa, e un sacco di spazio aperto che potevamo usare”, ha aggiunto il regista. “Abbiamo cercato di rendere le stanze meno attraenti rispetto a come sono nei video di YouTube”.

Marco Minniti

Giornalista pubblicista e critico cinematografico. Collaboro, o ho collaborato, con varie testate web e cartacee, tra cui (in ordine di tempo) L'Acchiappafilm, Movieplayer.it e Quinlan.it. Dal 2018 sono consulente per le rassegne psico-educative "Stelle Diverse" e "Aspie Saturday Film", organizzate dal centro di Roma CuoreMenteLab. Nel 2019 ho fondato il sito Asbury Movies, di cui sono editore e direttore responsabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *