C’ERA UNA VOLTA A… HOLLYWOOD: TARANTINO SCRIVERÀ LA NOVELIZATION DEL FILM

C’ERA UNA VOLTA A… HOLLYWOOD: TARANTINO SCRIVERÀ LA NOVELIZATION DEL FILM
fonte: Variety

L’ultimo film di Tarantino diventerà un romanzo scritto dallo stesso regista, come parte di un accordo che il cineasta ha firmato con l’editore HarperCollins che prevede la pubblicazione di due libri.

L’ultimo film di Quentin Tarantino, C’era una volta a… Hollywood, diventerà un romanzo che segnerà l’esordio letterario del regista, come parte di un accordo con l’editore HarperCollins che prevede la pubblicazione di due libri. La celebrata storia dell’attore Rick Dalton e del suo stunt e amico Cliff Booth si prepara quindi a trasferirsi sulla pagina scritta, per opera del suo stesso autore. Il romanzo è atteso per l’uscita nell’estate 2021.

L’editore ha annunciato che il romanzo non sarà, comunque, semplicemente un re-telling del film, ma un ampliamento della storia originale che offrirà “un fresco, giocoso e shockante allontanamento dal film”. La storia seguirà Dalton e Booth avanti e indietro nel tempo.

Tarantino ha dichiarato che la sua ispirazione sono state le novelization dei film anni ‘70 con cui è cresciuto come lettore. “Nei ‘70, le novelization sono stati i primi libri da adulti coi quali sono cresciuto”, ha detto il regista. “E oggi sono tremendamente affezionato al genere. Quindi, da aficionado delle novelization cinematografiche, sono fiero di dichiarare che C’era una volta a… Hollywood sarà il mio contributo a questo sottogenere, spesso marginalizzato quanto amato. Sono anche emozionato di esplorare ulteriormente i miei personaggi, in un tentativo che, si spera, potrà porsi accanto alla sua controparte cinematografica”.

Il secondo libro di Tarantino sarà invece un saggio scritto in forma di romanzo dal titolo Cinema Speculation. Il libro si immergerà nel cinema degli anni ‘70 e conterrà saggi, recensioni e scritti personali dello stesso regista.

Potete leggere qui la nostra recensione su C’era una volta a… Hollywood, che ha ricevuto 10 nomination agli Oscar, aggiudicandosi alla fine quello per il miglior attore non protagonista (Brad Pitt) e quello per la miglior scenografia.

Marco Minniti

Giornalista pubblicista e critico cinematografico. Collaboro, o ho collaborato, con varie testate web e cartacee, tra cui (in ordine di tempo) L'Acchiappafilm, Movieplayer.it e Quinlan.it. Dal 2018 sono consulente per le rassegne psico-educative "Stelle Diverse" e "Aspie Saturday Film", organizzate dal centro di Roma CuoreMenteLab. Nel 2019 ho fondato il sito Asbury Movies, di cui sono editore e direttore responsabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *