THE RUNNING MAN: DA EDGAR WRIGHT UN NUOVO ADATTAMENTO DEL ROMANZO DI STEPHEN KING

THE RUNNING MAN: DA EDGAR WRIGHT UN NUOVO ADATTAMENTO DEL ROMANZO DI STEPHEN KING
Il regista è vicino a chiudere l’accordo con la Paramount per una nuova versione di The Running Man, thriller distopico di Stephen King che fu già liberamente adattato nel 1987.

Una notizia che farà sicuramente felici i fans di Stephen King, che da anni sognano un adattamento fedele del romanzo The Running Man (in italiano L’uomo in fuga) che lo scrittore pubblicò nel 1982 con lo pseudonimo di Richard Bachman. Deadline riporta che la Paramount sta per chiudere un accordo col regista Edgar Wright (Baby Driver – Il genio della fuga) per dirigere una nuova versione del romanzo, una storia di fantascienza che descriveva uno spietato gioco di caccia all’uomo in un futuro distopico.

Il romanzo fu già liberamente adattato nel 1987 nell’action movie L’implacabile di Paul Michael Glaser, con Arnold Schwarzenegger; il film, tuttavia, manteneva della storia originale solo l’idea di base e i nomi dei personaggi. Il nuovo The Running Man non sarà un remake del film di Glaser ma un adattamento fedele del romanzo, in cui veniva descritta l’interdipendenza tra politica, comunicazione e spettacolo in un modo che per certi versi anticipava l’attuale era dei social media.

Wright scriverà la sceneggiatura insieme a Michael Bacall (Bastardi senza gloria, Django Unchained) mentre Simon Kinberg produrrà il film attraverso la sua Genre Films, insieme a Nira Park per la Complete Fiction. L’idea di un nuovo adattamento del romanzo era stata inizialmente proposta da Kinberg alla produttrice Emma Watts sulla base del loro rapporto di lunga durata; successivamente, Kinberg ha contattato Wright, che si è detto subito interessato al progetto. Si pensi che nel 2017, a domanda diretta, il regista aveva detto che, dovendo scegliere di dirigere un remake, avrebbe scelto proprio una nuova versione di The Running Man.

Edgar Wright è molto attivo in questo periodo: il suo nuovo documentario The Sparks Brothers, presentato nell’edizione virtuale del Sundance Film Festival, ha ricevuto ottime recensioni, mentre il prossimo Last Night in Soho sarà distribuito dalla Focus la prossima primavera. Il regista sta inoltre valutando di dirigere un adattamento del romanzo di Adrian McKinty The Chain, da una sceneggiatura di Jane Goldman, e non ha abbandonato l’idea di dirigere un sequel di Baby Driver.

Marco Minniti

Giornalista pubblicista e critico cinematografico. Collaboro, o ho collaborato, con varie testate web e cartacee, tra cui (in ordine di tempo) L'Acchiappafilm, Movieplayer.it e Quinlan.it. Dal 2018 sono consulente per le rassegne psico-educative "Stelle Diverse" e "Aspie Saturday Film", organizzate dal centro di Roma CuoreMenteLab. Nel 2019 ho fondato il sito Asbury Movies, di cui sono editore e direttore responsabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *