È MORTO GUIDO STAGNARO, PAPÀ DI TOPO GIGIO

È MORTO GUIDO STAGNARO, PAPÀ DI TOPO GIGIO
L’autore televisivo e regista, pioniere della tv italiana e co-inventore del personaggio di Topo Gigio, si è spento all’età di 96 anni a causa del Covid-19.

Addio a Guido Stagnaro, autore storico della televisione italiana e “papà” del personaggio di Topo Gigio. L’autore, regista e attore di Sestri Levante, milanese d’adozione, si è spento il 18 febbraio a Milano all’età di 96 anni, dopo aver contratto il Covid-19. Il famoso pupazzo televisivo fu portato al successo da Stagnaro insieme alla “mamma” letteraria Maria Perego, scomparsa nel 2019.

Nato il 20 gennaio del 1925, Guido Stagnaro ha avuto una carriera lunga quattro decenni, tra televisione, teatro e soprattutto scrittura (è stato autore di oltre 300 fiabe per bambini). Molto corposa anche la sua produzione per adulti, dalla regia di spettacoli musicali a quella di commedie, sitcom e film per il piccolo schermo: un vero e proprio protagonista della storia della tv italiana e dei suoi tanti cambiamenti.

Le sue prime apparizioni televisive risalgono al 1959, nel Canzonissima condotto da Delia Scala e Nino Manfredi, e poi l’11 febbraio nel programma per ragazzi Saltamartino. Il pupazzo più famoso della storia della televisione, Topo Gigio, venne creato nel 1959 per la trasmissione Alta fedeltà della Rai, col doppiaggio di Domenico Modugno; in seguito, il personaggio sarebbe stato presenza fissa allo Zecchino d’Oro, nelle pubblicità di Carosello e in tanti altri show italiani e stranieri.

Nel 1974, Stagnaro è regista della prima trasmissione Rai a colori, Nel mondo di Alice, con Michela Vukotic e molti cammei celebri tra cui quello di Franca Valeri. Successivamente firma la regia di Aria di Mezzanotte, di AntennaTre, con la conduzione di Enzo Tortora, e quella di Test, del 1983, gioco a quiz condotto da Emilio Fede. In seguito passa alla collaborazione con le tv private.

Nel 2009, Guido Stagnaro è stato testimonial d’eccezione del Premio H.C. Andersen di Sestri Levante.

Marco Minniti

Giornalista pubblicista e critico cinematografico. Collaboro, o ho collaborato, con varie testate web e cartacee, tra cui (in ordine di tempo) L'Acchiappafilm, Movieplayer.it e Quinlan.it. Dal 2018 sono consulente per le rassegne psico-educative "Stelle Diverse" e "Aspie Saturday Film", organizzate dal centro di Roma CuoreMenteLab. Nel 2019 ho fondato il sito Asbury Movies, di cui sono editore e direttore responsabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *