I FALCHI DELLA NOTTE: FRANK GRILLO SARÀ PROTAGONISTA DELLA NUOVA MINISERIE

I FALCHI DELLA NOTTE: FRANK GRILLO SARÀ PROTAGONISTA DELLA NUOVA MINISERIE
Il cult del 1981 con Sylvester Stallone e Rutger Hauer avrà un remake in forma di miniserie: a interpretarlo, nel ruolo che fu di Sly, sarà Frank Grillo.

I falchi della notte, cult movie action-noir datato 1981, avrà un remake in forma di miniserie (in otto episodi): a interpretare la nuova versione, nel ruolo che fu di Sylvester Stallone, sarà Frank Grillo. Grillo, dopo il flop del fantascientifico Cosmic Sin, vestirà così i panni del duro detective Duke DaSilva, che nel film originale si confrontava col terrorista Wulfgar (interpretato da Rutger Hauer).

Ad annunciare la realizzazione della serie su I falchi della notte (in originale Nighthawks) è stato lo stesso Grillo durante il podcast The Beard and The Baid. “Sto collaborando con Sylvester Stallone”, ha spiegato l’attore. “Stiamo preparando il remake di Nighthawks in forma di miniserie, che avrà otto episodi. Io farò il suo ruolo, lui si occuperà della regia e sarà anche nel cast. Stiamo vendendo i diritti proprio adesso, mentre parliamo”.

Il primo I falchi della notte vedeva Stallone guidare un cast che comprendeva, oltre al suo antagonista Rutger Hauer, anche Billy Dee Williams, Matthew Fox, Lindsay Wagner e Joe Spinell. Il film, la cui sceneggiatura era stata inizialmente pensata per il poi diversamente realizzato Il braccio violento della legge 3, era diretto da Bruce Malmuth, e si avvaleva del commento sonoro di Keith Emerson. Nighthawks, costato solo 5 milioni di dollari, ne incassò circa 20, ottenendo negli anni lo statuto di cult.

Marco Minniti

Giornalista pubblicista e critico cinematografico. Collaboro, o ho collaborato, con varie testate web e cartacee, tra cui (in ordine di tempo) L'Acchiappafilm, Movieplayer.it e Quinlan.it. Dal 2018 sono consulente per le rassegne psico-educative "Stelle Diverse" e "Aspie Saturday Film", organizzate dal centro di Roma CuoreMenteLab. Nel 2019 ho fondato il sito Asbury Movies, di cui sono editore e direttore responsabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *