DOOMSDAY MACHINE: CLAIRE FOY SARÀ LA DIRETTRICE OPERATIVA DI FACEBOOK IN UNA NUOVA SERIE

DOOMSDAY MACHINE: CLAIRE FOY SARÀ LA DIRETTRICE OPERATIVA DI FACEBOOK IN UNA NUOVA SERIE
Claire Foy interpreterà il ruolo di Sheryl Sandberg, direttrice operativa di Facebook, in Doomsday Machine, serie che racconterà da dentro il social network di Mark Zuckerberg.

La star di The Crown Claire Foy ha in progetto una nuova serie televisiva, stavolta di altro tema e ambientazione: l’attrice interpreterà infatti il ruolo di Sheryl Sandberg, direttrice operativa (in inglese Chief Operating Officer) di Facebook nella nuova Doomsday Machine. La serie sarà basata sul libro-inchiesta di Sheera Frenkel e Cecilia Kang An Ugly Truth: Inside Facebook’s Battle for Domination, incentrato proprio sull’ascesa del social network di Mark Zuckerberg.

Doomsday Machine sarà prodotta dall’etichetta Anonymous Content (Il caso Spotlight, Mr. Robot) in tandem con l’indipendente Wiip (Omicidio a Easttown), che ha da poco concluso un accordo con Claire Foy. La serie solleverà il velo sui rapporti tra Zuckerberg e Sandberg, e sugli ostacoli che Facebook ha dovuto fronteggiare nella sua irresistibile opera di acquisizione di potere e prestigio. Diversi giornalisti faranno da consulenti per assicurare al plot la massima accuratezza.

La trama prenderà le mosse dal 2016, e in particolare dalle presidenziali americane che videro la vittoria di Donald Trump, con la crescita sempre più preoccupante della disinformazione; la serie tratterà anche l’influenza di XCHECK, il recentemente svelato programma che fece da scudo a diversi personaggi importanti, incluso lo stesso Trump, permettendo loro di restare al riparo dalle regole del social network. Un altro tema sarà la consapevolezza, da parte della compagnia di Zuckerberg, dei problemi che il social “cugino” Instagram pone per il benessere mentale degli utenti più giovani.

Doomsday Machine ha come creatore Ayad Akhtar, autore del bestseller Homeland Elegies, che lui stesso sta parallelamente adattando per FX per un’altra serie. Akhtar è stato inoltre un drammaturgo vincitore del Premio Pulitzer per i drammi teatrali Disgraced e Junk. La nuova serie sarà basata sul lavoro di Frenkel e Kang per il New York Times, e su quello di Andrew Marantz per il New Yorker. Frenkel, Kang e Marantz saranno inoltre produttori esecutivi e consulenti del progetto.

La nascita di Facebook è stata già al centro del film di David Fincher The Social Network, in cui un giovane Mark Zuckerberg era interpretato da Jesse Eisenberg.

Marco Minniti

Giornalista pubblicista e critico cinematografico. Collaboro, o ho collaborato, con varie testate web e cartacee, tra cui (in ordine di tempo) L'Acchiappafilm, Movieplayer.it e Quinlan.it. Dal 2018 sono consulente per le rassegne psico-educative "Stelle Diverse" e "Aspie Saturday Film", organizzate dal centro di Roma CuoreMenteLab. Nel 2019 ho fondato il sito Asbury Movies, di cui sono editore e direttore responsabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *