Christopher Nolan

Un'immagine di Christopher Nolan

Nato a Londra il 30 luglio 1970, Christopher Nolan muove i primi passi nel cinema a fine anni ‘80, cimentandosi nella regia di cortometraggi. Proprio in seguito alla partecipazione di alcuni di questi al Cambridge Film Festival, conosce la produttrice Emma Thomas, che in seguito diverrà sua moglie e la sua socia nella società di produzione Syncopy Films. L’esordio nella regia di un lungometraggio arriva nel 1998 con Following, noir a basso costo girato in bianco e nero: il film viene presentato in molti festival indipendenti, ottenendo una buona accoglienza da parte della critica.

Nel 2000 esce il film che per primo fa conoscere Christopher Nolan al grande pubblico, ovvero Memento: il film, un thriller atipico nella struttura narrativa, è ispirato a un racconto scritto dal fratello del regista, Jonathan. Memento ottiene un buon successo al box office e ottime recensioni da parte della critica, oltre alle nomination per la miglior sceneggiatura ai Golden Globe e agli Oscar.

Il successo del secondo film di Nolan convince Steven Soderbergh ad affidargli la regia di Insomnia (2002), remake americano di un thriller norvegese, con Al Pacino e Robin Williams protagonisti (per il secondo, il film segnerà l’esordio nel ruolo di un villain). Anche questo lavoro ottiene buoni risultati di pubblico e di critica, confermando l’apprezzamento per quello che viene considerato un nuovo autore.

Nel 2005, Nolan rivitalizza la saga di Batman dirigendo il reboot Batman Begins, che vede per la prima volta Christian Bale nei panni dell’uomo pipistrello. Il film è un grande successo di pubblico e viene applaudito dalla critica, che loda il regista per aver saputo restituire al personaggio una dimensione più noir e adulta rispetto agli ultimi film. Nel 2006 esce The Prestige, risultato di un vecchio progetto di Christopher Nolan e del fratello Jonathan, adattamento del romanzo omonimo di Christopher Priest. Il film, con protagonisti Hugh Jackman, Christian Bale e Michael Caine, viene ben accolto da pubblico e critica.

Nel 2008, Christopher Nolan riprende in mano la saga di Batman dirigendo Il cavaliere oscuro, sequel del precedente Batman Begins: il film, scritto insieme al fumettista David S. Goyer, diventa uno dei più grandi successi di pubblico fino ad allora realizzati, e riceve il plauso generalizzato della critica. Quest’ultima loda anche l’interpretazione del personaggio di Joker dell’attore Heath Ledger, che morirà poco dopo la fine delle riprese.

Nel 2010, Nolan cambia nuovamente genere dirigendo Inception, pellicola fanta-spionistica ad alto budget, nata da un progetto che risale a prima dell’uscita di Memento. Il film, che vede protagonisti Leonardo DiCaprio, Michael Caine, Ken Watanabe e Cillian Murphy, è un altro grande successo, che riesce anche ad aggiudicarsi quattro premi Oscar in categorie tecniche (fotografia, effetti speciali, sonoro e montaggio sonoro), su otto nomination.

Nel 2012, il regista chiude la trilogia sul personaggio di Batman, dirigendo Il cavaliere oscuro – Il ritorno, scritto di nuovo insieme a David S. Goyer e a suo fratello Jonathan. Il film è segnato da un evento drammatico durante la sua prima tenutasi a Denver il 20 luglio: qui un giovane armato, James Holmes, fa fuoco sugli spettatori, uccidendo 12 persone e ferendone altre 58. Il cavaliere oscuro – Il ritorno ottiene comunque un nuovo successo di pubblico e critica, diventando il film più remunerativo dell’intera trilogia.

Nel 2014 esce nei cinema la space opera Interstellar, per cui Nolan utilizza di nuovo la tecnica dell’IMAX, già sperimentata nei precedenti Il cavaliere oscuro e Il cavaliere oscuro – Il ritorno. Il film, che vede Nolan subentrare in regia all’inizialmente designato Steven Spielberg (dopo l’abbandono del progetto da parte di quest’ultimo), ottiene un nuovo successo, oltre al premio Oscar per i migliori effetti speciali (su cinque nomination totali).

Nel 2017, Christopher Nolan si cimenta per la prima volta nel cinema bellico con Dunkirk, kolossal ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale, racconto cinematografico dello sbarco di Dankerque: il film ha un cast corale che vede le presenze di Tom Hardy, Cillian Murphy, Mark Rylance, Kenneth Branagh e Harry Styles, e può contare inoltre sull’imponente colonna sonora di Hans Zimmer (alla sua sesta collaborazione col regista). Dunkirk è un nuovo successo, che ottiene otto nomination agli Oscar vincendone tre (migliori montaggio, sonoro e montaggio sonoro).

Il 2020 è l’anno di Tenet, nuovo thriller fanta-spionistico, che ha un cast composto, tra gli altri, da John David Washington, Robert Pattinson, Elizabeth Debicki e Kenneth Branagh. La distribuzione del film subisce vari rinvii a causa della pandemia di Covid-19, arrivando infine nelle sale a fine estate. Girato in location site in vari paesi del mondo, tra cui India, Danimarca e Italia, il film ha un budget compreso tra i 200 e i 250 milioni di euro, risultando il più costoso tra quelli diretti da Nolan.

Per il 2023 è prevista l’uscita di Oppenheimer, film che segnerà la prima collaborazione di Christopher Nolan con la Universal Pictures (dopo il polemico abbandono della Warner Bros., studio che aveva prodotto quasi tutti i suoi film precedenti, a causa della decisione di quest’ultima di distribuire il suo catalogo del 2021 in streaming). Il film, biopic dedicato al creatore della bomba atomica J. Robert Oppenheimer, può contare su un cast corale guidato da Cillian Murphy (nel ruolo del protagonista), e composto anche, tra gli altri, da Emily Blunt, Florence Pugh, Robert Downey Jr., Matt Damon, Rami Malek, Benny Safdie, Josh Hartnett, Dane DeHaan, Jack Quaid, Matthew Modine, Dylan Arnold, David Krumholtz, Alden Ehrenreich, David Dastmalchian, Olli Haaskivi, Jason Clarke, James D’Arcy, Michael Angarano e Kenneth Branagh.