CANNES 75, IL GIORNO DI TOM CRUISE E MARCO BELLOCCHIO. SULLA CROISETTE BORGHI E MARINELLI

CANNES 75, IL GIORNO DI TOM CRUISE E MARCO BELLOCCHIO. SULLA CROISETTE BORGHI E MARINELLI

Inizia oggi la competizione vera e propria con la presentazione di Tchaikovsky's Wife e Le otto montagne. In attesa dell'arrivo di Tom Cruise. Presentato anche Esterno notte di Marco Bellocchio nelle proiezioni speciali. Aprono pure le sezioni parallele.

Pubblicità

Dopo l’apertura di ieri, con la presentazione di Coupez! di Michel Hazanavicius e il discorso del presidente ucraino Volodymyr Zelensky (“L’odio alla fine scomparirà e i dittatori moriranno. Siamo in guerra per la libertà”), oggi il festival di Cannes entra nel vivo con la presentazione di due film in competizione. In una giornata che avrà come momento clou l’arrivo di Tom Cruise che presenterà Top Gun: Maverick, chiacchierando con il direttore Fremaux della sua carriera.

Dicevamo dei film in competizione. Oggi il programma prevede la presentazione del russo Tchaikovsky’s Wife di Kirill Serebrennikov (autore considerato ostile da Putin). Uno spaccato dolente della vita della moglie del grande compositore e delle sua profonda fragilità.

Spazio anche per Le otto montagne di Charlotte Vandemeersch e Felix Van Groeningen, tratto dall’omonimo libro di Paolo Cognetti, che porterà sul tappeto rosso i nostri Alessandro Borghi e Luca Marinelli, protagonisti di una storia che racconta l’incontro tra due uomini legati dall’amore per i maestosi panorami montani della Val d’Aosta.

Presentata nella sezione proiezioni speciali, la serie di Marco Bellocchio Esterno notte. La serie sarà anche al cinema, divisa in due parti, in due finestre diverse (da oggi e poi dal 9 giugno).

Si accenderanno i riflettori anche sulle sezioni parallele. In Un certain regard è il giorno di Tirailleurs di Mathieu Vadepied con Omar Sy, sul ruolo dei fucilieri senegalesi sul fronte franco-tedesco della Prima Guerra Mondiale. Curiosamente, la Grande Guerra torna anche in Le vele scarlatte di Pietro Marcello che, invece, aprirà la Quinzaine. La storia è quella del vecchio soldato Primo, reduce dalla guerra e di sua figlia Juliette. Una bimba che aspetta la realizzazione della profezia di un veggente.

Chiudiamo con la Semaine de la Critique che oggi propone l’esordio registico di Jesse Eisenberg, When you finishing to save the world.

Pubblicità
Francesca Fiorentino
Giornalista professionista, ho cominciato a lavorare in radio e continuo a parlare attraverso i podcast. Amo il cinema, la scrittura, le margherite, le magliette a righe, i regali inaspettati e i taccuini nuovi. Ovviamente anche la pizza. Qui leggi il mio sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.