GOLD, IL SURVIVAL THRILLER CHE NON TI ASPETTI

GOLD, IL SURVIVAL THRILLER CHE NON TI ASPETTI

Con Gold Anthony Hayes dirige un ottimo survival thriller sorretto da una bella prova di Zac Efron. Pur non essendo perfetto è il film che ti consigliamo. Deludono, invece, le commedie Mistero a Saint-Tropez e La mia ombra è tua di Eugenio Cappuccio.

Pubblicità

Questo è un fine settimana non particolarmente ricco per le uscite cinematografiche. In attesa dell’uscita di Thor: Love and Thunder, sicuro blockbuster, il consiglio della settimana, nonché colpo di fulmine nel nostro podcast, I love Radio Asbury è Gold, il buon survival thriller con l’ottima prova di Zac Efron. Qui leggi la nostra recensione.

Dal nostro colpo di fulmine a due film che ci hanno un po’ deluso. Partiamo da Mistero a Saint-Tropez, innocua (e un po’ banale) commedia francese di Nicolas Benamou, salvata solo dall’estro e dall’affiatamento dei due protagonisti, Christian Clavier e Benoît Poelvoorde. La storia? Quella di un miliardario che si sente minacciato da un non meglio identificato pericolo. Chiede così l’aiuto del goffo commissario Botta.

Altra commedia, questa volta Made in Italy, altro racconto potenzialmente interessante, rovinato però da uno svolgimento un po’ piatto e pieno di cliché narrativi. Stiamo parlando di La mia ombra è tua, diretto da Eugenio Cappuccio, ispirato all’omonimo romanzo di Edoardo Nesi. I due protagonisti sono il celebre scrittore Vittorio Vezzosi (Marco Giallini) e uno studente di Lettere che insieme si dirigono a Milano per partecipare a una mostra mercato dedicata agli anni ’80 e ’90. Lì Vittorio troverà anche l’amore della sua vita.

Trovi I love Radio Asbury anche su Spotify, Amazon Music e Google Podcast.

Clicca play e ascolta I love Radio Asbury

Ascolta “Gold, il survival thriller che non ti aspetti” su Spreaker.

Pubblicità
Francesca Fiorentino
Giornalista professionista, ho cominciato a lavorare in radio e continuo a parlare attraverso i podcast. Amo il cinema, la scrittura, le margherite, le magliette a righe, i regali inaspettati e i taccuini nuovi. Ovviamente anche la pizza. Qui leggi il mio sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.