SINKHOLE: UN INCUBO AL FEMMINILE PER JORDAN PEELE

SINKHOLE: UN INCUBO AL FEMMINILE PER JORDAN PEELE
Il regista afroamericano dirigerà Sinkhole, un horror che toccherà i temi della perfezione e dell’identità femminile. Nel ruolo di protagonista, Issa Rae.

Sembra che sarà Issa Rae (nota per la serie tv Insecure) la protagonista del prossimo film di Jordan Peele, che si intitolerà Sinkhole: il film, prodotto dalla Universal Pictures, dovrebbe trattare i temi della perfezione femminile e dell’identità.

Secondo Deadline, la Universal ha superato in un’asta ben dieci studi concorrenti, per aggiudicarsi i diritti per il progetto. Il film sarà un adattamento di un racconto della scrittrice Lena Krow; quest’ultimo segue una famiglia che si trasferisce in quella che è la casa dei propri sogni, che ha però uno strano buco nel giardino posteriore. Il misterioso fossato riesce a riparare gli oggetti rotti che vi vengono gettati. Ma cosa succede se a voler essere “riparata” è una persona?

Il progetto di Sinkhole è pensato anche come trampolino di lancio per Issa Rae sul grande schermo, ma la produzione non ha ancora fatto trapelare dettagli sul resto del cast del film e su una possibile data di uscita. Quello che sembra sicuro è che si tratterà di un fanta-horror psicologico che si concentrerà anche sulla condizione umana.

A co-produrre il progetto, oltre alla Universal, ci sarà la Monkeypaw Productions, di proprietà dello stesso Peele. Il progetto sarà parte di un accordo di cinque anni tra la Monkeypaw e la Universal, che ha già distribuito i precedenti horror del regista, Scappa – Get Out e Noi.

Marco Minniti

Giornalista pubblicista e critico cinematografico. Collaboro, o ho collaborato, con varie testate web e cartacee, tra cui (in ordine di tempo) L'Acchiappafilm, Movieplayer.it e Quinlan.it. Dal 2018 sono consulente per le rassegne psico-educative "Stelle Diverse" e "Aspie Saturday Film", organizzate dal centro di Roma CuoreMenteLab. Nel 2019 ho fondato il sito Asbury Movies, di cui sono editore e direttore responsabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *