BOX OFFICE ITALIANO: NEL 2019, INCASSI IN CRESCITA DEL 14%, BIGLIETTI VENDUTI DEL 13%

BOX OFFICE ITALIANO: NEL 2019, INCASSI IN CRESCITA DEL 14%, BIGLIETTI VENDUTI DEL 13%

L'anno che sta per concludersi ha visto un rialzo complessivo sia in termini di incassi che di biglietti venduti, dopo un 2018 considerato negativo. A influenzare il risultato, anche la distribuzione estiva di alcuni blockbuster.

Pubblicità

Dopo un 2018 considerato tra i più negativi dell’ultima decade, in special modo in termini di biglietti venduti (dov’era stato registrato il record negativo nel corso del decennio), il box office italiano del 2019 sta per chiudersi nel segno dell’ottimismo: secondo i dati di Cinetel, infatti (ancora incompleti) ci sarebbe un rialzo in termini di incassi complessivi del 14%, per una cifra totale di circa 630 milioni. In termini di numero di biglietti venduti, invece, l’aumento registrato è del 13%, per un totale di 97 milioni di biglietti venduti al momento: un numero che verosimilmente, alla fine, supererà il limite inferiore dei 100 milioni, dato dagli esperti come cut-off al di sotto del quale l’annata deve considerarsi negativa.

Luigi Lonigro, presidente della sezione distributori Anica, si è rallegrato dei risultati, parlando di “punto di svolta” per il settore nel suo complesso. Lonigro ha sottolineato in particolare la scelta di tenere aperte gran parte delle sale nei mesi estivi, rimarcando che i risultati al box office, nel periodo estivo, sarebbero stati i migliori negli ultimi 20 anni; una scelta ascrivibile alla distribuzione estiva di blockbuster come Il re leone, Toy Story 4 e Spider-Man: Far From Home, usciti in sala a ridosso, o comunque in un tempo molto vicino, alla loro uscita americana.

Complessivamente, i tre titoli che hanno fatto registrare i risultati migliori, nel corso dell’anno, sono stati il già citato Il re leone (circa 37 milioni), Avengers: Endgame (30 milioni) e Joker (29 milioni), i primi due distrubuiti dalla Disney, il terzo dalla Warner Bros. Un altro risultato considerato positivo, nel complesso dell’annata, è rappresentato dalla quota delle produzioni italiane sugli incassi totali: si tratta, infatti, di un 21% del totale, con oltre 20 milioni di biglietti venduti e un incasso complessivo di circa 130 milioni, co-produzioni incluse. Un risultato che ha segnato un rialzo rispetto a quello del 2018, e che prosegue in questo senso un trend positivo. Tra gli incassi più significativi, anche in prospettiva, c’è ovviamente quello di Pinocchio di Matteo Garrone, distribuito il 19 dicembre e attualmente primo al box office settimanale (oltre 7 milioni di incasso).

Pubblicità
Marco Minniti
Giornalista pubblicista e critico cinematografico. Collaboro, o ho collaborato, con varie testate web e cartacee, tra cui (in ordine di tempo) L'Acchiappafilm, Movieplayer.it e Quinlan.it. Dal 2018 sono consulente per le rassegne psico-educative "Stelle Diverse" e "Aspie Saturday Film", organizzate dal centro di Roma CuoreMenteLab. Nel 2019 ho fondato il sito Asbury Movies, di cui sono editore e direttore responsabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.