THE FALCON AND THE WINTER SOLDIER EP. 1

THE FALCON AND THE WINTER SOLDIER EP. 1
di Kari Skogland
Il primo episodio di The Falcon and the Winter Soldier – nuova serie del Marvel Cinematic Universe diffusa su Disney+ a cadenza settimanale – sembra preoccupato più che altro di riannodare i fili coi precedenti lungometraggi, ma si caratterizza per un buon ritmo e un’interessante presentazione dei personaggi.

Ripartire dal classico

Se “continuity” sembra essere ancora la parola chiave principale per questa Fase Quattro del Marvel Cinematic Universe, introdotta dall’ancora inedito Black Widow e appena migrata (di nuovo) sul piccolo schermo, “varietà” sembra essere un vocabolo che il franchise creato da Kevin Feige si sta sforzando di adottare, nella sua nuova veste transmediale. Per il ritorno del franchise sul piccolo schermo, con un più stretto legame con le opere cinematografiche più recenti, l’universo Marvel sembra infatti (per ora) dividersi in due: da un lato la versione più sperimentale e “audace” di WandaVision – prima serie del franchise prodotta da Disney+ – dall’altro il lato più classico e in linea coi lungometraggi di questa nuova The Falcon and the Winter Soldier. Guardando questo primo episodio della miniserie diretta da Kari Skogland, infatti, si ritrova l’atmosfera a metà tra l’epico e il dissacrante dei film di produzione Marvel, e soprattutto si riannodano i fili col finale del precedente Avengers: Endgame. A tratti, ci si dimentica di star guardando una serie televisiva, tanto corrono veloci – a livello di ritmo narrativo – i 50 minuti scarsi di questo primo episodio.

The Falcon and the Winter Soldier Ep. 1 recensione
Riannodare i fili

Questa prima puntata, dal titolo Il nuovo ordine mondiale, riparte esattamente da dove si era interrotto l’ultimo film dei fratelli Anthony e Joe Russo: Captain America, fuggito nel passato, ha lasciato il suo scudo al Falcon/Sam Wilson interpretato da Anthony Mackie, mentre il Soldato d’Inverno Bucky Barnes – ancora col volto di Sebastian Stan – è stato graziato per i crimini commessi durante il lavaggio del cervello per opera di Hydra. Wilson, dopo una lunga riflessione, rinuncia a prendere possesso dello scudo di Steve Rogers, dichiarando pubblicamente che il ruolo del suo mentore e amico non è sostituibile; nel frattempo, Barnes soffre di ricorrenti incubi in cui si ritrova nel ruolo del killer in cui era stato trasformato, non riesce a fidarsi della sua psicologa e conduce una vita praticamente solitaria. Mentre Sam si riunisce con sua sorella in Louisiana, e cerca di aiutarla a fronteggiare i suoi problemi economici, il giovane Joaquin Torres – amico e allievo di Sam – indaga su un gruppo terroristico chiamato Flag Smashers; quest’ultimo è composto da fanatici convinti che il mondo fosse migliore prima del blip.

Un nuovo inizio
The Falcon and the Winter Soldier Ep. 1 recensione

È ovviamente impossibile dire qualcosa di compiuto su questa nuova The Falcon and the Winter Soldier dopo la visione di un solo episodio; per ora, quello che ci è dato sapere è che la serie sembra fare lo sforzo – in buona parte riuscito – di coinvolgere anche quella fetta di spettatori che non fossero edotti sulle vicende degli Avengers dopo i precedenti lungometraggi. Uno sforzo riuscito in buona parte, ma non completamente; questo perché – se non la sua visione – un riassunto sugli eventi di Avengers: Endgame, e magari qualche cenno su ciò che era successo precedentemente, appare necessario per la piena fruizione di questo primo episodio. Un episodio che “mostra i muscoli” nell’introduzione, con una movimentata sequenza d’azione che coinvolge il personaggio di Falcon – quasi a mettere un marchio su quello che la serie si propone di essere – e poi tira i remi in barca per delineare al meglio il background dei due protagonisti, ancora lontani l’uno dall’altro. Da una parte il tentativo impossibile di tornare a una vita borghese per Sam, con i legami da riannodare con la sua famiglia; dall’altra, la lotta di Bucky per mantenere l’equilibrio psichico, e fare definitivamente pace col suo passato.

Un “nuovo ordine” tutto da scrivere

Questo Il nuovo ordine mondiale appare dunque un episodio atto a preparare il terreno per ciò che verrà nel prosieguo della serie: ma la preoccupazione principale sembra essere quella di non deludere gli spettatori abituali dei film Marvel, mantenendo una caratterizzazione dei personaggi coerente e introducendo nel racconto una dose minima di umorismo – a dire il vero “confinata” qui alla sequenza action iniziale. Il plot spionistico della serie è ancora tutto da sviscerare, anche se il gruppo terroristico dei Flag Smashers fa il suo convincente esordio – fatto di muscoli, maschere e pugni – stimolando una naturale curiosità per come verrà sviluppato; tuttavia, una cosa che pare certa è che la nuova serie – come tra l’altro era stato annunciato dalla produzione – sembra richiamarsi a Captain America: The Winter Soldier e al suo sfondo realistico, più che ai film dedicati agli Avengers. Se è vero, da un lato, che lo spettatore potrebbe dimenticarsi di star assistendo a una miniserie – tanta è la continuità narrativa con i lungometraggi Marvel – è anche vero che di ciò non si dimenticano gli sceneggiatori, che piazzano un efficace cliffhanger in coda all’episodio. In un’epoca di binge watching, l’attesa di una settimana per seguire gli sviluppi di una storia è ancora da metabolizzare del tutto; ma questo primo episodio di The Falcon and the Winter Soldier si incarica di renderla più tesa possibile. I fans del franchise Marvel, per ora, possono dirsi soddisfatti.

The Falcon and the Winter Soldier Ep. 1 recensione

Titolo originale: The Falcon and the Winter Soldier Ep. 1
Regia: Kari Skogland
Paese/anno: Stati Uniti / 2021
Durata: 47’
Genere: Avventura, Azione, Fantastico
Cast: Adepero Oduye, Amy Aquino, Anthony Mackie, Daniel Brühl, Desmond Chiam, Emily VanCamp, Erin Kellyman, Georges St-Pierre, John Gettier, Miki Ishikawa, Sebastian Stan, Shane Berengue, Timothy Cox, Wyatt Russell
Sceneggiatura: Malcolm Spellman
Musiche: Henry Jackman
Produttore: Kari Skogland, Kevin Feige, Malcolm Spellman, Zoie Nagelhout
Casa di Produzione: Marvel Studios
Distribuzione: Disney+

Data di uscita: 19/03/2021

Marco Minniti

Giornalista pubblicista e critico cinematografico. Collaboro, o ho collaborato, con varie testate web e cartacee, tra cui (in ordine di tempo) L'Acchiappafilm, Movieplayer.it e Quinlan.it. Dal 2018 sono consulente per le rassegne psico-educative "Stelle Diverse" e "Aspie Saturday Film", organizzate dal centro di Roma CuoreMenteLab. Nel 2019 ho fondato il sito Asbury Movies, di cui sono editore e direttore responsabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *