THE HARDER THEY FALL

THE HARDER THEY FALL

Presentato quest’anno alla 65esima edizione del London Film Festival, The Harder They Fall è il primo lungometraggio di Jeymes Samuel, regista britannico (anche compositore e produttore musicale) con finora alle spalle due soli cortometraggi. Nonostante si tratti di un’opera prima, il risultato è un film solido e ben strutturato, che intrattiene lo spettatore dall’inizio alla fine. Su Netflix.

Nuovi cowboy per l'Old West

Pubblicità

Al centro della vicenda di questo The Harder They Fall, nuovo western distribuito da Netflix, troviamo Nat Love (Jonathan Majors), un cowboy profondamente segnato dalla morte di entrambi i genitori, massacrati davanti ai suoi occhi per mano dello spietato fuorilegge Rufus Buck (Idris Elba). A suggellare l’atto crudele è una cicatrice a forma di croce sulla fronte, inflittagli dallo stesso Buck. Diversi anni dopo, Nat Love – ormai un affermato bandito – è ancora in cerca di vendetta, desiderio che sfocerà in lotte fra gang e scontri sanguinosi.

Storia di un incontro

The Harder They Fall recensione

Fin dall’inizio, il film stabilisce il conflitto cardine dell’intera vicenda: quello tra Nat Love e Rufus Buck. The Harder They Fall è di fatto sviluppato come un percorso verso la resa dei conti. Il giovane Love è l’unico sopravvissuto al massacro della sua famiglia, e la prima scena si conclude quindi con una sorta di promessa verso lo spettatore: i due personaggi sono destinati a rincontrarsi. Il regista esordiente Jeymes Samuel fa un ottimo lavoro nel costruire il complesso rapporto tra Love e Buck: seppur nemici e mossi da una visione opposta del loro concetto di “fuorilegge”, i due sono accomunati da un passato violento e da una vita dedicata al crimine. Questa tensione culmina nell’ottimo plot twist finale, che con grande pathos suggella una conclusione quasi circolare.

Rufus Buck

The Harder They Fall recensione

In ogni conflitto che si rispetti, fondamentale è la riuscita dell’antagonista. “The devil his-self”: il diavolo in persona. È così che viene più volte descritto Rufus Buck, cowboy violento e spietato, che solo nel finale lascerà emergere un briciolo di umanità. La straordinaria bravura di Idris Elba consente allo spettatore di avere fin dalla prima scena un’idea ben precisa del suo personaggio, nonostante non venga mai inquadrato in volto. Il suo arrivo è annunciato dal rumore dei suoi passi; non ha bisogno di parlare né di dare spiegazioni: lo sguardo negli occhi del padre di Nat Love è sufficiente per far capire che Buck rappresenti un pericolo. Elegante nei movimenti e quasi composto nell’infliggere violenza, il personaggio costruito da Idris Elba è sì negativo ma terribilmente carismatico, degno antagonista di un protagonista altrettanto ben scritto e interpretato.

All-black western

The Harder They Fall recensione

L’obiettivo di Samuel è chiarissimo: riappropriarsi di una narrativa e di un genere da cui il mondo hollywoodiano ha sempre escluso protagonisti afroamericani. The Harder They Fall è un all black western che dà spazio e voce a personaggi neri complessi e multidimensionali. Come specificato anche a inizio film, si tratta della storia reinventata di persone realmente esistite. Infatti, nelle sue due ore e dieci il regista mette in scena fuorilegge afroamericani vissuti realmente nel famigerato Old West. Dallo stesso Nat Love, prima schiavo e poi cowboy protagonista di crimini leggendari, a Rufus Buck, fondatore della Rufus Buck Gang e morto a soli 18a nni; da Stagecoach Mary (Zazie Beetz), la prima donna nera a diventare autista nel servizio postale, a Cherokee Bill (LaKeith Stanfield), criminale noto per l’uccisione di otto persone.

In The Harder They Fall non si racconta di razzismo o schiavitù, tematiche che di solito abbondano in film con al centro l’esperienza afroamericana. Il western di Samuel si focalizza invece su antieroi violenti ma affascinanti, raccontando una vicenda di vendetta; il tutto condito con scontri tra cowboy, assalti su treni, duelli tra pistoleri e – seppur in sottofondo – una storia d’amore e complessi legami familiari. Il risultato è un film fresco e coinvolgente, che apporta al genere western uno sguardo moderno e necessario.

The Harder They Fall poster locandina
Pubblicità

Scheda

Titolo originale: The Harder They Fall
Regia: Jeymes Samuel
Paese/anno: Stati Uniti / 2021
Durata: 130’
Genere: Drammatico, Western
Cast: Araxi Lindsey, Chase Dillon, Damon Wayans Jr., Danielle Deadwyler, DeWanda Wise, Dylan Kenin, Edi Gathegi, Idris Elba, Jacobi Howard, Jonathan Majors, Julio Cesar Cedillo, Lakeith Stanfield, Manny Rubio, Mickey Dolan, Regina King, RJ Cyler, Tait Fletcher, Torrey B. Lawrence, Woody McClain, Zazie Beetz
Sceneggiatura: Jeymes Samuel, Boaz Yakin
Fotografia: Mihai Malaimare Jr.
Montaggio: Tom Eagles
Musiche: Jeymes Samuel
Produttore: Jeymes Samuel, James Lassiter, Lawrence Bender, Jay-Z
Casa di Produzione: Overbrook Entertainment, Netflix
Distribuzione: Netflix

Data di uscita: 03/11/2021

Pubblicità
Sara Di Nardo
Studentessa laureata in Journalism & Media, Culture and Identity presso la Roehampton University di Londra. Durante la mia permanenza in Inghilterra ho collaborato con il sito web cinematografico whatsontheredcarpet, e da settembre 2019 scrivo recensioni per Asbury Movies. Amo tutto ciò che è cinema e scrittura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.