TICK, TICK… BOOM!

TICK, TICK… BOOM!
di Lin-Manuel Miranda


Lin-Manuel Miranda porta sullo schermo con Tick, Tick… Boom! il musical che mette in scena la vera storia di Jonathan Larson, compositore rivoluzionario e lungimirante. Su Netflix.

Il tempo sta per scadere

Scritto da Steven Levenson e diretto da Lin-Manuel Miranda, qui al suo debutto da regista, Tick, Tick… Boom! è l’adattamento cinematografico dell’omonimo – e autobiografico – musical di Jonathan Larson, conosciuto ai più per aver composto Rent.

Protagonista del film è Jon (Andrew Garfield), un giovane e talentuoso compositore che, in attesa di affermarsi a Broadway, lavora come cameriere al Moondance Diner. La sua attenzione è completamente rivolta verso Superbia, il musical al quale lavora da otto anni e che avrà il suo primo workshop nella settimana a venire. Jon pensa di trovarsi finalmente davanti alla sua grande occasione.

La struttura del film consente allo spettatore di immedesimarsi con facilità nella storia. Infatti, la vicenda è raccontata mettendo in parallelo due fasi diverse della vita del protagonista. Da una parte, Lin-Manuel Miranda mette in scena l’intensa settimana che precede il workshop di Superbia; dall’altra, il regista ci rende spettatori di una performance musicale: Jon si esibisce nelle canzoni di Tick, Tick… Boom!, il musical che ha successivamente composto ispirandosi a quel periodo complicato della sua vita. Le canzoni sembrano quasi spiegate e, di conseguenza, prendono ancora più forza.

Il motore del film
Tick, Tick… Boom! recensione

Pur avendo in passato dato prova della sua versatilità, Andrew Garfield va ancora oltre in Tick, Tick… Boom!, dimostrando un’incredibile abilità canora. Il risultato è un vero e proprio tour de force: l’attore inglese risulta credibile sia nei momenti comici che in quelli drammatici, e convincente nelle scene recitate così come in quelle cantate. Garfield, con la sua prova nel film di Lin-Manuel Miranda, regala indubbiamente una delle interpretazioni più intense e riuscite di questa stagione cinematografica.

Omaggiare il musical

Nonostante la regia possa risultare a tratti un po’ acerba, Lin-Manuel Miranda resta la persona perfetta per portare sullo schermo una storia di questo tipo. Così come Jonathan Larson, anni dopo anche il regista ha fatto la storia con Hamilton, il musical fenomeno che ha rivoluzionato il genere e lo ha affermato come uno dei compositori e parolieri più talentuosi e richiesti del momento. Seppur al suo debutto dietro la macchina da presa, Miranda conosce perfettamente il genere e la vicenda che racconta: grazie anche a easter eggs e cameo di grandi nomi di Broadway, Tick, Tick… Boom! – ancor prima che un prodotto cinematografico – si presenta al pubblico come un autentico e potentissimo omaggio al musical e alla sua storia.

Jonathan Larson
Tick, Tick… Boom! recensione

Il tempo è la tematica centrale del film: Jon è a pochi giorni dal suo compleanno; sta per compiere trent’anni ed è completamente sopraffatto dalla consapevolezza di essere in ritardo, di non aver ottenuto abbastanza, e di aver sprecato la sua gioventù. L’ansia costante verso lo scorrere del tempo è espressa attraverso un ticchettio: una proiezione mentale che il protagonista (e lo spettatore) sentono più volte nel corso del film.

Questo modo specifico di percepire il passare degli anni e l’urgenza di sfruttare al massimo il tempo a disposizione non hanno nulla di pretenzioso: il vero Jonathan Larson muore improvvisamente nel 1996, a soli 35 anni, per un aneurisma cerebrale. Non solo: la scomparsa del giovane compositore avviene il giorno prima del debutto off-Broadway di Rent, musical da lui scritto e ancora oggi considerato uno dei più importanti e influenti di tutti i tempi. Larson non avrà mai modo di vedere il successo strepitoso della sua opera.

Tuttavia, anziché focalizzarsi sulla tragicità della sua fine – che infatti è solo brevemente spiegata nel corso del film – Lin-Manuel Miranda sceglie di celebrarne la vita. Tick, Tick… Boom!, infatti, racconta con passione e rispetto la storia di Jonathan Larson, il suo talento e la sua creatività visionaria.

Tick, Tick… Boom! poster locandina

Titolo originale: Tick, Tick... Boom!
Regia: Lin-Manuel Miranda
Paese/anno: Stati Uniti / 2021
Durata: 115’
Genere: Biografico, Drammatico, Musical
Cast: Alexandra Shipp, Andrew Garfield, Aneesa Folds, Anna A. Louizos, Ben Ross, Bradley Whitford, Danielle Ferland, Gizel Jimenez, Joel Perez, Jonathan Marc Sherman, Joshua Henry, Judith Light, Kate Rockwell, Laura Benanti, Micaela Diamond, Michaela Jaé (MJ) Rodriguez, Robin de Jesus, Robyn Goodman, Utkarsh Ambudkar, Vanessa Hudgens
Sceneggiatura: Steven Levenson
Fotografia: Alice Brooks
Montaggio: Andrew Weisblum, Myron Kerstein
Produttore: Brian Grazer, Deb Dyer, Julie Oh, Lin-Manuel Miranda, Owen Panettieri, Ron Howard
Casa di Produzione: 5000 Broadway Productions, Imagine Entertainment
Distribuzione: Netflix

Data di uscita: 19/11/2021

Sara Di Nardo

Studentessa laureata in Journalism & Media, Culture and Identity presso la Roehampton University di Londra. Durante la mia permanenza in Inghilterra ho collaborato con il sito web cinematografico whatsontheredcarpet, e da settembre 2019 scrivo recensioni per Asbury Movies. Amo tutto ciò che è cinema e scrittura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *