MS. MARVEL 1X04 – SEEING RED

MS. MARVEL 1X04 – SEEING RED

Creata da Bisha K. Ali

Giunta alla seconda metà della sua prima stagione, Ms. Marvel offre un episodio divertente, in cui il palcoscenico dell’azione si sposta da Jersey City alla città pachistana di Karachi. Una puntata che fa progredire il plot con l’introduzione di un nuovo personaggio, e parallelamente prosegue l’opera di ricostruzione delle radici familiari della protagonista.

Una Karachi movimentata

Pubblicità

Con l’entrata nella sua seconda metà, questa prima stagione di Ms. Marvel si sposta in Pakistan, nella città di Karachi. Un cambio di palcoscenico, per la serie Disney+, che in qualche modo era già stato annunciato dal finale dello scorso episodio, con quella videochiamata tra la protagonista e la sua Nani, che faceva riferimento alla visione del treno avuta da Kamala durante la concitata battaglia col gruppo di Najma. Questo Seeing Red mette quindi (momentaneamente?) in stand-by il subplot del Damage Control – che si è messo sulle tracce della protagonista a Jersey City – concentrandosi interamente sul suo confronto con i Clandestini, Jinn esiliati che cercano la via di ritorno nel loro mondo. Ma questa quarta puntata, sopra ogni altra cosa, introduce un nuovo gruppo di alleati per la giovane protagonista: quei Pugnali Rossi la cui setta si rivela deputata, da secoli, a proteggere il mondo dalle minacce provenienti da altre dimensioni, come quella dei Clandestini. Proprio all’interno del gruppo dei Pugnali Rossi, fondamentale si rivelerà il personaggio di Kareem, che sembra configurarsi come il nuovo compagno di avventure di Kamala in terra pachistana. Introdotto da un combattimento con la protagonista alla stazione ferroviaria – una soluzione invero un po’ gratuita nelle basi, quasi un cliché che un prodotto come questo deve ripetere per presentare un personaggio – il giovane spalleggerà Kamala nelle concitate fasi del confronto con Najma e i Clandestini, nel frattempo riusciti a liberarsi (con una certa facilità) dalla loro prigionia negli USA.

Il passato e il (concitato) presente

Ms. Marvel, Iman Vellani e Samina Ahmad in una scena del quarto episodio
Ms. Marvel, Iman Vellani e Samina Ahmad in una scena del quarto episodio della serie

Come già alcuni dei precedenti episodi della serie Disney+, questa quarta puntata di Ms. Marvel è divisa in due parti: una prima prevalentemente descrittiva, in cui a prevalere è il senso di spaesamento e meraviglia della protagonista per la sua terra d’origine – visitata qui per la prima volta – parallelamente al progredire dell’indagine sulla sua identità; e una seconda in cui invece domina la componente action, espressa nel lungo scontro coi Clandestini. Una divisione che comunque non inficia la complessiva compattezza di un episodio armonico, piacevole nel suo precipuo scopo di far progredire la trama, e di rivelare qualcosa di più sulle radici familiari di Kamala. Radici che qui vengono incarnate soprattutto dal personaggio della Nani (nonna) della ragazza, che, come intuibile, si rivela già perfettamente al corrente del sangue sovrannaturale che scorre nella sua famiglia; il dialogo in apertura d’episodio, anzi, ci dà la conferma – anch’essa ampiamente prevedibile – che era stata proprio l’anziana donna a far recapitare, di proposito, il bracciale alla ragazza. Proprio il confronto tra Kamala e la nonna, portata a misurarsi con l’ignoto anziché rifiutarlo (come fa invece la madre della ragazza) introduce nell’episodio il tema di un’identità apolide, che i due personaggi condividono: l’anziana divisa tra gli artificiali confini di Pakistan e India, decisi a suo tempo a tavolino, la ragazza scissa tra il mondo degli spiriti e quello umano, tra tradizioni familiari e ricerca personale. Un tema a cui si aggiungerà quello dell’irrisolto conflitto tra la Nani e la madre di Kamala, allontanatasi dalla terra natale a causa delle dicerie sugli interessi della donna per il sovrannaturale.

Un arco narrativo ancora da completare

Ms. Marvel, Iman Vellani e Farhan Akhtar in una scena del quarto episodio
Ms. Marvel, Iman Vellani e Farhan Akhtar in una scena del quarto episodio della serie

Nella sua seconda metà, come accennato, questo Seeing Red offre comunque robuste dosi d’azione, tutte espresse nel lungo inseguimento – e poi scontro – che vede Kamala e i Pugnali Rossi opposti ai Clandestini di Najma. Uno scontro che lascerà qualche vittima sul campo dall’una e dall’altra parte, ma che soprattutto culminerà in un nuovo cliffhanger, originato da una visione della ragazza. Nell’ultima parte dell’episodio viene infatti mostrato come il contatto dell’arma di Najma col bracciale di Kamala – come già successe nel precedente episodio – abbia un potere rivelatore sui sensi della ragazza; qui, tuttavia, la giovane viene letteralmente trasportata su quel treno che, a quanto ci è dato sapere, segnò la separazione tra sua nonna e la madre di lei, originale depositaria dei poteri del bracciale. Proprio questa visione/flashback ci introdurrà, verosimilmente, ai motivi portanti degli ultimi due episodi, che possiamo immaginare tesi, parallelamente, alla ricostruzione del passato e al completamento dell’arco narrativo della protagonista. Un arco che in questo episodio, invero, è un po’ fermo per quanto riguarda le tematiche del presente: viene infatti messo in standby, con l’approdo di Kamala in Pakistan, il subplot della sua infatuazione per Kamran, personaggio che comunque qui intuiamo destinato ad avere un ruolo fondamentale nel prosieguo della serie. Il sostanziale ripudio da parte della sua famiglia potrebbe fare del giovane un nuovo alleato per il personaggio interpretato da Iman Vellani, che in due episodi sarà chiamata tanto a fare i conti col passato, quanto a difendersi dalle nuove insidie del presente. Un arco narrativo che forse (visto anche l’annunciato ritorno del personaggio nel prossimo The Marvels) necessiterà anche di una seconda stagione per esprimersi compiutamente.

Ms. Marvel, la locandina italiana della serie

Scheda

Titolo originale: Ms. Marvel
Creata da: Bisha K. Ali
Regia: Sharmeen Obaid-Chinoy
Paese/anno: Stati Uniti / 2022
Durata: 47’
Genere: Commedia, Azione, Fantastico
Cast: Alysia Reiner, Matt Lintz, Shane Berengue, Adaku Ononogbo, Ali Alsaleh, Anjali Bhimani, Aramis Knight, Farhan Akhtar, Iman Vellani, Laurel Marsden, Mohan Kapur, Nimra Bucha, Rish Shah, Yasmeen Fletcher, Zenobia Shroff
Sceneggiatura: Sabir Pirzada, Bisha K. Ali, A.C. Bradley, Matthew Chauncey
Fotografia: Jules O'Loughlin
Musiche: Laura Karpman
Produttore: Kevin Feige, Bisha K. Ali
Casa di Produzione: Marvel Studios
Distribuzione: Disney+

Data di uscita: 29/06/2022

Pubblicità

Trailer

Pubblicità
Marco Minniti
Giornalista pubblicista e critico cinematografico. Collaboro, o ho collaborato, con varie testate web e cartacee, tra cui (in ordine di tempo) L'Acchiappafilm, Movieplayer.it e Quinlan.it. Dal 2018 sono consulente per le rassegne psico-educative "Stelle Diverse" e "Aspie Saturday Film", organizzate dal centro di Roma CuoreMenteLab. Nel 2019 ho fondato il sito Asbury Movies, di cui sono editore e direttore responsabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.